Bambini, pennarelli e autoblu

Non so quante siano le autoblu in italia, qui dice circa novanta mila, quelle proprio destinate ai papaveri, e di queste circa trenta mila sono quelle veramente blublu, con autista e tutto.
Almeno un miliardo di euro all’anno, scrivono qua e là.
A parte il fatto che ne basterebbe un decimo a stare larghissimi, io avrei una proposta per tutte questa auto di rappresentanza, una di quelle cose che un parlamento vota subito all’unanimità.
Fare dipingere le autoblu ai bambini delle scuole elementari. Seriamente, indelebimente. Voglio vedere i macchinoni di rappresentanza con gli arcobaleni e i pupazzetti e le casette col sentierino, tutti i colori sono ammessi anche contemporaneamente.
Prima di consegnare tutto al Governatore di turno le macchine vengono portate per una settimana presso una scuola primaria, dove sono già pronte le maestre con i progetti e i materiali, e lì l’attività giornaliera di quei bimbi è pitturare sopra quello che vogliono.
E non venitemi a parlare della rispettabilità, essere un uomo di governo e arrivare con una macchina disegnata dai bambini è il massimo della dignità.

Isotopie narrative

Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail