Anagrammi pordenonesi

DireFare.PN.it può essere visto, diciamo così, come una macchina per produrre senso. Macina parole e idee, punti di vista e flussi di persone: gettando dei crivelli, delle sonde negli spazi sociali e nelle reti relazionali dei pordenonesi, fa emergere nuovi percorsi di narrazione, intrecciando voci e spunti che risulterebbero difficili da “progettare” a tavolino. C’entra il caso, la serendipità, la combinatoria. Proprio come in certe vecchie e nobili arti dedicate all’interpretazione dei testi sacri o letterari, dalla Cabala fondata sull’alfabeto ebraico fino ai giochi metalinguistici dei Surrealisti, provare a giocare con la superficie del testo può far scaturire nuovi significati, associazioni d’idee, storie e linee di racconto. Con divertimento, lasciamo risuonare per una volta da sole le parole che abitano dentro/dietro/tra le lettere che formano l’indirizzo di questo sito, direfare.pn.it., ascoltiamo gli anagrammi, smontiamo e ricostruiamo la macchina, mescoliamo gli ingredienti nel calderone della socialità pordenonese.


Per dare finti entri pèrfida:
fa per ridenti, arde per finti.
Fa indi per tre, fa treni perdi
per dati freni di freni parte.
Fa prende tiri, fa prendi reti,
fa nidi per tre, perni di frate,
dita per freni, prenda feriti,
frati in prede, dirà per finte.
Far intrepide, per far nitide
fendi per tira, fai prendi tre.
Dipinte fra re, di fra’ in prete
perdita freni freni petardi
denti far pire, di far pentire
Ride per finta, finti re padre
Fa riti prende riprende ti fa,
fai prendi tre, prenditi fare.
Per irti fenda, fendi reparti
finti per dare, finti perderà
Né fra trepidi, né tra perfidi
far nidi prete, nidi per frate.
Far tre pendii, ferita prendi,
far nitide per  fari perdenti
fate riprendi, ferri pedanti
frane di preti, denti per fari.
Fare ti prendi, frenàti perdi:
fra intrepide frane trèpidi.
Intrepide far, prendi rifate.
Fine per tardi, tardi per fine.
Facebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedintumblrmail