MittelCamp

Pasteris è lontano almeno 600km da qui, e parla di MittelCamp.

Enrico Marchetto pure me ne ha parlato, al punto da convincermi, me pur pigrissimo, a partecipare alla deconferenza che peraltro si preannuncia succulenta (in realtà, gongolo).

Di cosa potrei parlare? Di quando nei fine anni ’80 andavo a Vencò oppure a Gorizia a far benzina e a comprare stecche di sigarette? Degli etti di carne squisita che ho mangiato vent’anni fa in quanche paesello nei boschi oltreconfine? Di come Sandy Marton abbia plasmato le mie idee sulla gente slovena? O di quella volta che in Vespa, sperduto nei boschi a 20 km dalla civiltà, ho attraversato un valico di categoria z, di quelli per i trattori, e due finanzieri sono usciti da una casetta mimetizzata con le pistole in pugno e anzi uno me la stava anche puntando contro perché era ovvio che stavo esportando armi e droga in Slovenia?


Ecco, immaginateveli questi due finanzieri da soli in mezzo ai boschi per settimane senza veder animaviva, mentre in tanga rosso fuoco si inseguono garruli tra gli alberi e la neve. Cioè, io li immagino così, mi fa più allegria e mi rasserena col mondo.

Ecco, io da bambino guardavo anche TVZagabria e Koper Capodistria, e su quest’ultima c’era una sigla di avvio trasmissioni con una statuina di un bambino che suonava il flauto e la statuina ruotava lentamente su sé stessa, e rimanevo incantato. E la Slovenia era esotica.

Son talmente pigro, dicevo sopra, che adesso incollo qui quello che ha scritto Pasteris.

Il 22 dicembre la Slovenia festeggia a Rabuiese, in presenza di Barroso, l’abbattimento definitivo dei confini. Il MittelCamp sarà una festa dedicata alla caduta dei confini tra l’Italia e la Slovenia, una festa dedicata a tutti coloro che questi confini li hanno abbattuti molto prima: i blogger, le riviste online, le comunità virtuali che da sempre si occupano di tematiche Euroregionali.

Venerdì 21 dicembre, a partire dalle 16 e 30, all’interno dello spazio messo a disposizione dall’associazione culturale Etnoblog si alterneranno gli interventi degli ospiti. A seguire dalle 21 e 30, al Tetris Palace per una grande festa, un vero e proprio EuroParty, per ballare fino a notte fonda.

Aah, ballare. Coi lupi.

Isotopie narrative

1 pensiero su “MittelCamp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *