Con dolcezza

Radiorai, oggi. Parlavano del viaggio in ucraina della condoleeza rice, e delle cose che questa donna senza fondo (guardatela negli occhi: non arrivate più in là della cornea) dice dinanzi a governi ex-est. Come ti riscrivo la Storia sotto gli occhi.

D’un tratto, i nemici diventano alleati, gli alleati nemici, gli USA mettono le mani su un pezzo di terra assai importante nel risiko di inizio millennio (vi ricordo la questione dell’oleodotto attraverso afghanistan, uzbekistan e via per l’occidente) annettendo direttamente l’ucraina alla NATO, saltando quindi l’europa che ultimamente miagola un po’ troppo, e mettendo base militari usaf in tutti questi paesi ex-URSS.

Alla Russia va tutto bene, certi ceceni forse avevan capito qualcosa e han cercato di farlo notare (nel modo sbagliato) e Mosca per rispettare i patti ha messo tutto sotto controllo.

A kiev in questa momento per me c’è un sacco di brutta gente. Armi e droga, soldi per ungere faccendieri più o meno governativi. Sembra la trama di qualsiasi ultimissimo filmillo di hoolywood, con un po’ di azione e i cattivi della CIA/FBI/NSA.

Riprendo poi da Macchianera: Gli Stati Uniti hanno sostenuto scelte difficili nella lotta al terrorismo. Gli interrogatori dei sospetti prelevati in giro per il mondo hanno impedito attentati e salvato vite innocenti in Europa. Non possiamo discutere informazioni che comprometterebbero il successo di operazioni militari, di intelligence e di polizia, ma gli Stati Uniti hanno pienamente rispettato la sovranità degli altri Paesi.

( Condoleezza Rice, 6/12/2005)

Ahia. come dice Neri, qui gli americani fanno quello che vogliono, poi te lo dicono senza neanche troppo preoccuparsi di insaporire la frittata. non mi piacciono gli sbruffoni. E qui si apre il discorso degli Stati Uniti d?Europa, di cui sento parlare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.